Pinacoteca Ambrosiana

Gli appassionati di Leonardo Da Vinci non possono perdersi la Veneranda biblioteca ambrosiana: è qui, in un antico palazzo nel cuore di Milano, che è custodito, dal lontano 1637, il famoso Codice atlantico
L’ingresso della Veneranda Biblioteca Ambrosiana
L’ingresso della Veneranda Biblioteca Ambrosiana

L’antica biblioteca che custodisce il Codice atlantico

Gli appassionati di Leonardo Da Vinci  non possono perdersi la Veneranda biblioteca ambrosiana: è qui, in un  antico palazzo nel cuore di Milano, che è custodito, dal lontano 1637, il famoso Codice atlantico, ovvero la più vasta raccolta al mondo di disegni e scritti autografi del genio fiorentino: 1119 fogli che abbracciano la vita intellettuale di Leonardo per un periodo di oltre quarant’anni – dal 1478 al 1519 – affrontando i temi più diversi: da schizzi e disegni preparatori per opere pittoriche a ricerche di matematica, astronomia e ottica, da meditazioni filosofiche a favole e ricette gastronomiche, fino a curiosi e avveniristici progetti di marchingegni come pompe idrauliche, paracadute e macchine da guerra. 

L’opera è allestita nella sala federiciana, dedicata al fondatore della biblioteca, il cardinale Federico Borromeo che la istituì nel 1607 – una delle prime biblioteche al mondo aperte al pubblico – donando la sua collezione di opere d’arte e librarie.

Accanto al Codice atlantico nelle 24 sale della pinacoteca si possono ammirare anche numerosi capolavori di tutti i tempi, a partire dal Rinascimento: il Musico di Leonardola Canestra di frutta di Caravaggio, il Cartone preparatorio per la Scuola di Atene di Raffaellol’Adorazione dei Magi di Tizianola Madonna del Padiglione di Botticelli e gli splendidi Vasi di fiori di Jan Brueghel.
Il 600 è rappresentato soprattutto da Morazzone e Nuvolone, il 700 da Tiepolo e l’800 dai dipinti di HayezMosé Bianchi e Longoni.

Ma non è tutto. L’Ambrosiana seduce i visitatori anche con mirabilia e curiosità: dai guanti indossati da Napoleone a Waterloo, astrolabi antichi, manoscritti del Petrarca e una teca contenente una ciocca di capelli di Lucrezia Borgia, che ispirò poeti come d’annunzio e Byron.

Piazza Pio XI, 2 – 20123 Milano
Telefono: 02-806921
www.ambrosiana.eu

Claudia Emilitri © All rights reserved

 

Prenota il tuo soggiorno a Milano

Cerca articolo