Locandina delle mostre d'arte a Milano nel 2017

 Da Manet a Keith Haring, primavera d’arte in città

Milano è meta d’eccezione per le mostre d’arte questa primavera, con artisti imperdibili: da Kandinskij al Mudec a Monet e Keith Haring a Palazzo Reale passando per Andy Warhol al Museo del ‘900.                il capoluogo lombardo offre un programma culturale unico davvero da marzo a giugno 2017.

Se siete a Milano per qualche giorno o anche solo un week end vale la pena approfittare.
Ecco il programma:

Kandinskij, il cavaliere errante. In viaggio verso l’astrazione al Mudec

Una raccolta di opere provenienti dai musei russi è esposta nella rassegna allestita al Mudec dedicata al maestro dell’astrattismo, Vladimir Kandinskij.
La mostra vuole ripercorrere il viaggio graduale dell’artista dal pittura fantastica che attinge alle tradizioni popolari russe e tedesche fino alla pura astrazione dell’ulitmo periodo. Con l’obiettivo di offrire allo spettatore un codice di lettura di questo viaggio simbolico.
Al Mudec, via Tortona 56. Fino al 9 luglio.

Manet e la Parigi moderna a Palazzo Reale

La Parigi ‘capitale delle capitali’ della seconda metà dell’’800 è al centro della mostra monografica dedicata a Eduard Manet, il maestro degli impressionisti che più di tutti ha riprodotto nelle sue tele affreschi di vita sociale e scene di quotidianità del suo tempo, con i bistrot, i passanti sui boulevard, balli in maschera e signorine a passeggio. Una cinquantina le opere in mostra che illustrano i cambiamenti della capitale, tra cui alcuni capolavori esposti per la prima volta a Palazzo Reale provenienti  dal museo d’Orsay di Parigi.
A Palazzo Reale, piazza Duomo. Fino al 2 luglio. Ingresso 5/3 euro

Keith Haring. About art a Palazzo Reale

L’attrazione più importante della stagione culturale 2017 a Milano è senza dubbio la mostra dedicata a Keith Haring. La rassegna allestita a Palazzo Reale espone infatti 110 tele, alcune di dimensioni enormi e mai esposte prima in Italia,  dell’artista americano protagonista del graffissimo degli anni ’80.Un’occasione per conoscere da vicino il linguaggio unico e inconfondibile dell’artista diventato icona globale, mescolando tradizione classica, arte tribale e cartoon. Un’arte all’apparenza semplice ma impegnata, che ha affrontato temi scomodi come Aids, guerre, droga e alienazione.
La sua opera è messa a confronto con quella di celebri contemporanei tra cui Pollock, Dubuffet e Paul Klee.
A Palazzo Reale, piazza Duomo. Fino al 18 giugno.

Andy Warhol’s sturdust al Museo del ‘900.

Protagonista al  Museo del ‘900 l’inventore della pop art Andy Warhol con alcune delle sue più celebri serie di stampe. Dagli esordi con la serie Campell’s soup e Flowers fino ai famosi Miti degli anni ’60. La mostra ripercorre le tappe principali della carriere artistica di Warhol, partendo dal contesto sociale e artistico che fa da sfondo alla sua opera. E mettendo in luce anche l’aspetto maniacale della sua tecnica consistente nel ritoccare e rifinire produzioni seriali di stampe.
Museo del ‘900 fino all’8 settembre.

share

Leave Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

INFORMATIVA COOKIES

Il sito utilizza solo cookie tecnici. Proseguendo la navigazione l'utente accetta l'utilizzo di tutti i cookie. Per maggiori informazioni, anche in ordine alla disattivazione, è possibile consultare l'informativa estesa